Lug 14 2009

Corpi per finta

Ancora la Fatina Viola, più agguerrita che mai. Già abbiamo parlato dei modi in cui certe pubblicità vi fanno sentire delle chiaviche umane. Ci si mette anche l’università che grazie a qualche buon programma di grafica in 3D ci lascia intendere che non dobbiamo studiare per il nostro futuro ma per attirare studenti maschi.

Questa cosa dei programmi in 3D ce la suggerisce Ale in un commento. A proposito delle fantastiche 4 della campagna promozionale dell’università emiliana ci dice:

"Non vorrei sbagliare, ma quei corpi mi sembrano o ritoccati, oppure, quasi sicuramente, creati di sana pianta al computer con programmi tipo Poser. Quindi (se in effetti fosse così) il corpo fisico sparisce completamente per identificarsi in un corpo virtuale. (Stiamo disintegrando la natura ad ogni livello.)

A proposito di Poser, non soltanto in ambito televisivo il corpo della donna viene modificato a piacimento e reso un oggetto, ma anche con questo genere di programmi. Vorrei invitarvi ad entrare nei loro siti. Ebbene troverete una serie di immagini quasi tutte di donne mezze nude, rappresentate secondo l’immaginazione degli autori, tutti maschi. In particolare il modello di base, Victoria (alta, gambe lunghe al limite della fisica…, seno prosperoso, sempre al limite della fisica, insomma, tutto ciò che potrebbe arrapare un uomo, ma che, di fatto, non rappresenta per niente il corpo fisico di una donna).

E poi, ancora, le modellazioni organiche realizzate con 3d Studio Max, Maya, ecc. Anche qui si tratta sempre di corpi di donne nude. Difficilmente si troverà un tutorial che mostra la modellazione di un corpo maschile.
Voglio dire che forse bisognerebbe muoversi anche in tal ambiti e capire cosa accade nel mondo delle animazioni e della computer graphic. Capire, inoltre, per quale motivo gli uomini hanno tanta paura di se stessi e del proprio corpo nudo.
"

Continue reading